Nuova tariffa elettrica D1 per pompe di calore

Dal 1 luglio 2014 l'Autorità per Energia Elettrica e Gas ha introdotto la nuova tariffa ''D1'', che potrà essere applicata, a livello sperimentale e su base volontaria, ai soli clienti domestici che riscaldano la propria casa utilizzando esclusivamente pompe di calore elettriche.


Si tratta dunque di una tariffa di rete dedicata per ora solo a clienti domestici caratterizzati da un alto livello di efficienza energetica e che risulta più aderente agli effettivi costi dei servizi di rete. La nuova tariffa prevede che il prezzo di ogni kWh consumato sia costante, cioè indipendente dai consumi annui totali, e potrà essere applicata alle forniture di energia elettrica con contratti sia di mercato libero sia di maggior tutela per l'abitazione di residenza.

 
Tale intervento tariffario potrà ridurre significativamente i costi di esercizio delle pompe di calore ed è finalizzato ad obiettivi generali di allineamento delle tariffe ai costi, utilizzo razionale delle risorse e promozione delle iniziative di efficienza energetica e sviluppo delle fonti rinnovabili.

Compila il modulo per essere contattato e calcolare l'effettivo risparmio! 

 

Detrazione fiscale

 

È possibile detrarre dall’Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche) una parte degli oneri sostenuti per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali, per l’acquisto di elettrodomestici e per l’istallazione di impianti da fonti rinnovabili.

La detrazione è pari al 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare.

La legge di stabilità 2015 ha stabilito che entro il 31 dicembre 2015 c’è la possibilità di usufruire di una detrazione Irpef pari al 50%, con limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare per le ristrutturazioni ed un limite massimo di 10.000 euro per l’acquisto di elettrodomestici di classe A+.

La detrazione deve essere sempre ripartita in 10 rate annuali di pari importo.

 Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef):

  • proprietari o nudi proprietari
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • locatari o comodatari
  • soci di cooperative divise e indivise
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali
  • soggetti che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari)

 Gli interventi che possono godere di questa agevolazione sono:

  • Manutenzione ordinaria e straordinaria ristrutturazione edilizia, effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali e per singole unità immobiliari residenziali.
  • Realizzazione di autorimesse
  • Interventi volti all’eliminazione di barriere architettoniche.
  • Adozione di misure per prevenire il rischio di compimento di atti illeciti.
  • Gli interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia. Rientra tra i lavori agevolabili , per esempio, l’installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, in quanto basato sull’impiego della fonte solare e, quindi, sull’impiego di fonti rinnovabili di energia
  • Interventi antisismici
  • Interventi per la rimozione dell’amianto.

Nel caso di lavori di efficienza energetica la detrazione applicabile è del 65%. Rientra in questa casistica, ad esempio, un impianto Solare Termico.

 

Certificati bianchi

E’ un sistema incentivante, definito più propriamente come Titoli di Efficienza Energetica (TEE), che consiste in titoli che certificano i risparmi energetici conseguiti da vari soggetti che hanno realizzato specifici interventi di l’efficientamento energetico.

Il meccanismo prevede l’obbligo per i distributori di energia elettrica e di gas naturale di raggiungere gli obiettivi annuali di risparmio energetico fissati dai decreti ministeriali dove sono indicati come obiettivi le tonnellate equivalenti di petrolio risparmiate (TEP); ogni Titolo di Efficienza Energetica certifica il conseguimento di un risparmio di energia primaria pari a un TEP, equivalente a circa 5,3 MWh elettrici e circa 1.200 Nm3 di gas naturale.

Gli interventi di risparmio energetico danno quindi diritto al riconoscimento di Certificati Bianchi, emessi dal Gestore dei mercati energetici sulla base di una comunicazione del Gestore dei Servizi Energetici che certifica i risparmi conseguiti.

I Certificati sono riconosciuti dal GSE ai soggetti abilitati per un periodo pari a 5 anni.

Per poter sottoporre un progetto al GSE è necessario raggiungere una dimensione minima che varia in relazione al metodo di valutazione utilizzato. E’ possibile anche raggiungere l’obiettivo aggregando interventi realizzati da diversi soggetti.

 

 

Conto Termico

 

Il conto Termico è un sistema di incentivazione per interventi di piccole dimensioni relativi a impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza.

 L’incentivazione è applicabile nei seguenti casi:

  •  Sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti dotati di pompe di calore elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento di serre esistenti e di fabbricati rurali esistenti con impianti con generatore di calore alimentato da biomassa
  • installazione di collettori solari termici su edifici già esistenti o in costruzione, anche abbinati a sistemi di solar cooling
  • sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore

I parametri indicati per il calcolo dell’incentivo sono:

  •  coefficienti di valorizzazione dell’energia prodotta
  • producibilità presunta di energia termica dell’impianto/sistema installato, in funzione della taglia e della zona climatica;
  • esclusivamente per i generatori di calore alimentati a biomassa, coefficienti premianti in relazione alla sostenibilità ambientale della tecnologia (emissioni di polveri)